top of page

Rapporto di 2 Anni - The Good Kitchen


Sono entusiasta di scrivere questa relazione per celebrare il secondo anniversario di The Good Kitchen. Quando ho avviato The Good Kitchen il 31 luglio 2021 non avevo davvero idea che in due anni la Cucina sarebbe diventata la casa di così tante persone qui a Mussomeli. All'epoca sapevo che c'era la necessita’ di recuperare il cibo in eccedenza e cucinare per persone che avevano bisogno di un pasto. All'epoca prevedevo che avrei salvato il cibo e poi l'avrei usato per cucinare per le persone vulnerabili della città. Era un periodo difficile, perché eravamo ancora in varie fasi di isolamento a causa della pandemia. Col senno di poi, questo è stato positivo per me, perché ho potuto fare delle ricerche per trovare persone della città per cui cucinare. L'intento originario della cucina non è cambiato negli ultimi due anni. Recupero il cibo e poi lo uso a fin di bene. Condividere un pasto insieme o cucinare per qualcuno è una delle gioie più grandi della vita e mi fa molto piacere condividere tutte le gioie di The Good Kitchen dell'ultimo anno.




Il nostro più grande risultato nell'ultimo anno è stata la fiducia che abbiamo instaurato con le persone di cui ci occupiamo e anche con i nostri volontari. Ogni domenica i giovani volontari vengono in cucina a cucinare e a consegnare i pasti. Alcune famiglie vengono a sedersi in cucina ore prima che il cibo sia pronto la domenica. Ho creato un ambiente accogliente e gioioso, cé sempre della musica e ogni domenica ci sono molti giovani volontari che aiutano a preparare il pasto. Le famiglie si siedono e chiacchierano e si godono la compagnia. Questi momenti mi danno un grande senso di gioia perché so che per molte famiglie venire qui di domenica è l’unico momento di svago della settimana per loro. Sono anche molto orgoglioso dei giovani che hanno fatto della cucina la loro casa. Molti di loro sono venuti in cucina da quando abbiamo aperto le porte. A volte sono seduto qui in cucina a lavorare e i giovani passano per un po' di frutta o solo per un saluto. Uno dei nostri volontari porta tanta gioia in cucina ogni volta che è qui, si chiama Marco inizialmente veniva in cucina si sedeva fuori e osservava quello che stava succedendo. Ora mi aiuta e ha sempre un posto al nostro tavolo quando cuciniamo il pranzo per tutti. Ho tanto rispetto per Marco. Spesso si prende cura delle piccole cose durante i nostri pranzi di cui nessun altro è a conoscenza, versando acqua per i nostri ospiti e assicurandosi che tutti si sentano i benvenuti. Il filo conduttore che lega tutte queste persone è il fatto che quando vengono in cucina vengono accolte, ascoltate e amate.



Risultati:

Al centro della cucina c'è il legame che abbiamo con le persone di cui ci occupiamo e con i nostri volontari. Per me, i risultati di ciò che facciamo sono molto tangibili. So nel mio cuore che ho aiutato i giovani ad accendere un fuoco dentro e da quel luogo brilleranno. I nostri giovani volontari non solo cucinano i pasti per le persone vulnerabili, ma li consegnano anche. Sono anche consapevole che non voglio che la cucina diventi molto più grande di quanto non sia già perché per me è fondamentale mantenere sempre questo legame con le persone di cui ci occupiamo.




Risultati degli ultimi 2 anni:

5.867 pasti cucinati e consegnati

1.482 persone si sono sedute e hanno condiviso un pasto insieme in cucina

Sono stati consegnati 284 pacchi di alimenti freschi (ogni pacco ha cibo sufficiente per sfamare 5 persone per 5 giorni)

Oltre 200 bambini sono venuti in cucina per corsi di cucina, lezioni di musica ed eventi


Quest'anno abbiamo consegnato più pacchi alimentari freschi alle famiglie di Mussomeli. C'è stato un aumento del numero di persone che si sono unite a noi per un pasto e una diminuzione del numero effettivo di pasti che abbiamo consegnato. Questo calo non mi preoccupa perché ho capito che anche molti italiani preferiscono cucinare i propri pasti. Per questo motivo abbiamo avuto un aumento della domanda di pacchi alimentari freschi. Sono molto felice di annunciare anche che abbiamo iniziato a consegnare pacchi alimentari freschi alle famiglie dei paesi limitrofi come Acquaviva e Campofranco. Quest'anno abbiamo anche avviato una partnership con Banco Alimentare, la più grande organizzazione benefica italiana per il soccorso alimentare. Grazie a questa partnership ora raccogliamo cibo in eccedenza da Lidl ed Eurospin 3 volte a settimana. Per me questo è un ottimo passo avanti perché significa che non devo andare a Caltanisetta ogni settimana per ritirare le eccedenze del mercato ortofrutticolo all'ingrosso. Prima lo facevo ogni settimana.


L'ultimo anno:

Pasti consegnati – 2.496

Pasti serviti in cucina – 636

Pacchi alimentari consegnati – 148

Pacchi alimentari consegnati ai profughi a Caltanisetta – 12 (circa 260 pasti)

Corsi di cucina per bambini – 8 (hanno partecipato oltre 50 bambini)

Eventi (laboratori musicali, karaoke, feste) – 16 (oltre 30 bambini presenti e oltre 35 adulti)


Ospiti meravigliosi

Da quando abbiamo lanciato la cucina amo accogliere persone da tutto il mondo. Abbiamo anche avuto alcuni ospiti molto speciali che ci hanno fatto visita e in pochissimo tempo sono diventati parte della famiglia The Good Kitchen. Gabby Trifletti è venuta da Melbourne per trascorrere un po' di tempo con noi mentre scrive e fa ricerche sui progetti alimentari della comunità. Gabby si è buttata nella vita qui a Mussomeli e lungo la strada si è fatta molti buoni amici. È stato anche un vero piacere dare il benvenuto in cucina anche a Iona Lawrence, una buona amica londinese. Iona è arrivata qui con una borsa di studio Churchill per ricercare progetti che favoriscano l'inclusione sociale tra persone di tutte le età. Iona mi ha aiutato immensamente quando era qui per formulare la struttura per i nostri piani per creare un hub online che aiuterà le persone di tutto il mondo ad avviare una cucina comunitaria. Iona ha catturato magnificamente l'essenza di The Good Kitchen, puoi leggere il suo case study qui.



Il futuro:

In collaborazione con i nostri amici di Acri Strauss, abbiamo richiesto una sovvenzione alla Commissione europea per avere 2 volontari a tempo pieno qui a The Good Kitchen. Questo è molto importante perché significa che avrò più tempo per concentrarmi su alcuni progetti molto importanti per la cucina. Abbiamo bisogno di un sito web per la cucina e anche di un canale dove le persone possano fare donazioni. L'anno prossimo avremo un secondo giro di raccolta fondi e l'obiettivo principale sarà avere personale retribuito che gestisca la cucina. Sono sempre attento a condividere la responsabilità di gestire la cucina con una squadra. Creeremo anche un corso di cucina di 3 mesi per i giovani della città. Quando abbiamo tenuto i corsi di cucina all'inizio di quest'anno, c'erano parecchi studenti che volevano imparare più abilità culinarie. Ora che le basi per la cucina sono state saldamente gettate, sto anche cercando di portare tutto ciò che ho imparato online. Il piano è condividere il progetto di ciò che ho fatto qui in modo che altre persone in qualsiasi parte del mondo possano avviare la propria cucina comunitaria. Grazie a tutti coloro che hanno fatto parte di questa bellissima storia e un grazie speciale alla gente di Mussomeli che hanno portato La Buona Cucina nei loro cuori. Grazie a tutti i nostri brillanti volontari. Non saremmo mai riusciti a raggiungere questo successo senza il vostro aiuto e la vostra dedizione.






Comentarios


bottom of page